sabato 24 agosto 2013

Working Holiday Nuova Zelanda - just landed

Working Holiday Nuova Zelanda - eccomi, direttamente da auckland!
sono partita, sono arrivata, questo che fino ad ora era solo un sogno, un progetto, ora e` la realta` :)
il viaggio e` stato infinito, definirlo lungo sarebbe riduttivo!
ho preso ben 3 treni per raggiungere parigi, due aerei, per un viaggio totale di 2 giorni.
due parole sul volo devo spenderle per forza, in quanto mi e` successa una cosa mooooolto insolita!
partenza da parigi con la compagnia malaysia.
il bagaglio a mano doveva pesare massimo 7 kg, lo pesano, 9 kg... ho avuto 2 secondi di terrore impressi sul volto, ma non mi hanno fatto pagare niente in piu` per il peso in eccesso.
ok si vola! cuscino, copertina, aereo immenso (saranno stati sui 1000 posti, io ero gia` il 79k e su ogni fila c` erano 10 posti), facciamo pranzo, snack e colazione in 12 ore. ogni sedile aveva un monitor e un telecomando con dietro pure un joystick, potevi leggere, giocare o guardare film. insomma se la vostra preoccupazione prima di intraprendere un volo intercontinentale e` di annoiarvi, non vi preoccupate! non correte il rischio. da fare in aereo ce n`e` e se non vi basta potete sempre giocarvi la carta sonno, come ho fatto io!
poi scalo a kuala lumpur, faccio per salire sul secondo aereo ma mi cambiano il posto. mi dicono di seguire la hostess che mi porta in prima classe e mi mostra il posto. io dico: ho comprato un biglietto economy non credo che questo sia il mio posto! lei mi ripete che quello e` il mio posto.
ho aspettato un po` a sedermi e a sistemarmi, avevo paura che qualcuno arrivasse a reclamare la sua first class, ma poi ho visto che altri disperati si stavano sedendo in prima, cosi` ho immaginato che avessero riorganizzato l`aereo perche` davanti era vuoto e bisognava distribuire meglio il peso :)
quindi ho viaggiato in prima classe yoooooooooo!!!
appena partiti abbiamo fatto colazione (tra l altro tutto cucinato sul momento, servito in piatti veri, con posate vere, tovaglie e tovaglioli di stoffa), poi mi sn tirata giu il sedile in modalita` letto e mi sn fatta una dormita di minimo 6 o 7 ore filate, che meraviglia!
arrivato il momento dell atterraggio mi sono goduta la vista dal finestrino, tutta la citta illuminata, uno spettacolo, e li ho realizzato che era tutto vero! mi e` pure scesa una lacrimuccia, ma c era troppa gente, ho avuto vergogna e ho evitato di piangere in pubblico come una bambina!! :)
all aeroporto mi sn preoccupata per i controlli della polizia, non perche` trasportassi chissa` cosa oltre a quintali di vestiti, ma perche` corre voce che qua siano molto fiscali e blablabla controlli su controlli.
arrivo dalla polizia, mi chiedono il passaporto. dico: tutto qua? non vuoi controllare neanche il mio visto? lui mi dice no, che e` tutto elettronico. Working Holiday Nuova Zelanda, benvenuti nel nuovo mondo!
recupero la valigia e vado ad un secondo controllo. mi chiedono passaporto e il foglietto che ho compilato sull aereo con tutti i miei dati, mi chiedono se ho cibo con me, passano la valigia dai raggi x. fine della storia!
maaaaaaaaaaaaaahhhhh che delusioneeeeeeeeeeeee!!!! volevo raccontare una mirabolante avventura, con cani che annusano, con valige ribaltate sottosopra, magari con un arresto per detenzione di terra sotto alle scarpe, invece mi dispiace deludervi, non e` successo nulla di tutto questo, ho semplicemente viaggiato in prima classe :)
uscita dall' aeroporto non mi sono accorta che era inverno! io ero in pinocchi e maglietta, ma non faceva freddo. i miei connazionali con giacche varie e piumini, i kiwi (cioe i neozelandesi) in maglietta. loro non temono il freddo, sn come me! o meglio io sono come loro :)
mi vedo con i 2 ragazzi che avevo conosciuto online prima di partire e conosco altri 2 ragazzi italiani, uno dei quali tra l altro alloggia nel mio stesso ostello. siamo andati a bere una birra all irish pub (10 $), poi abbiamo fatto un giro per queen street, abbiamo mangiato al burger king, poi siamo andati in un altro locale (ho speso 40$ per 2 shot di vodka, una bottiglia di birra e una vodka redbull, sticazzi), c siamo fatti un' altra mangiata da subway e per le 6 siamo andati a casa!

 insomma, dalla prima sera in giro posso dire che:
--- di sicuro non si muore di fame a auckland
--- coi prezzi che c sn si potrebbe morire di sete
--- ho avuto un mezzo infarto quando per 2 volte il bancomat non ha voluto darmi i soldi
--- non si cambiano i soldi in aeroporto (mi hanno troppo fregato!!! il bancomat mi ha dato 100$ per 61 euro, al change mi hanno dato 53$ per 40 euro!!!!)
--- da queste parti l' inverno sembra mite

questo il riassunto delle mie prime 6 ore di Working Holiday Nuova Zelanda!
in realta` sono qua da molto piu tempo, ma per un piccolo problema tecnico (detto jet leg) ho passato la prima giornata dormendo! fino alle 19.30 che sarebbero le 9.30 italiane. bisogna lavorarci su su questa storia del dormi veglia, perche cosi e` un casino! vi terro` aggiornati day by day :)


2 commenti:

Anonimo ha detto...

Brava Greta, tengo sotto controllo io il territorio:)

Tommy ha detto...

beh figo la first class che culoo!!! ahahaah...